FIV, tocca quota 100.000

di LauMar Commenta

La cifra potrebbe sembra poca cosa, se paragonata ad altri sport molto più diffusi in Italia, ma aver raggiunto i 100.000 tesserati per la  FIV – Federazione Italiana Vela – rappresenta un vero record assoluto e merita certamente un applauso per i dirigenti che cercano in tutti i modi di promuovere questo nostro fantastico sport.

Se poi consideriamo che solo una parte dei velisti –armatori  sono tesserati e non praticano attività agonistica, credo sia giusto sottolineare che questo traguardo potrebbe essere tranquillamente superato, se  circoli velici e yacht club organizzassero più manifestazioni semi-competitive per coinvolgere non solo i veri agonisti, ma soprattutto i diportisti meno competitivi.

Il merito della centesima tessera è stato attribuito grazie al sig. Guido De Matteis, socio del Centro Velico 3V di Trevignano Romano ai quali facciamo i nostri complimenti per la sua costanza negli anni e fedeltà alla vela.

E’ da sottolineare che l’andamento del tesseramento, negli ultimi anni, evidenzia una costante crescitsa con un numero di tesserati che è passato dai 38.978, registrati alla fine del 2009, ai 43.702 attuali.

Il presidente Croce commenta così lo storico evento:

Sono molto soddisfatto dello straordinario risultato ottenuto e mi congratulo con il professor Guido De Matteis e con il Presidente del Centro Velico 3V Enrico Maltagliati. Questo traguardo è il risultato tangibile del lavoro svolto da tutti i circoli per promuovere e far crescere il nostro sport su tutto il territorio nazionale. Ringrazio Microsoft per avere voluto celebrare questo importante evento con un premio speciale.

Il centomillesimo tesserato  Guido De Matteis, un giovane velista di soli 55 anni – perché la vela rende sicuramente più giovani ndr – di professione fa il professore di Ingegneria Aeronautica e dello Spazio dell’Università “Sapienza” di Roma ed afferma:

Sono molto felice per il risultato del tesseramento della Federazione – ha commentato il professor De Matteis – la vela è uno sport meraviglioso ed è molto positivo il riscontro di una così grande partecipazione anche in questo periodo di crisi economica.

Tesserato FIV dal 1969 e socio del Centro Velico 3V da circa 15 anni, De Matteis ha iniziato ad andare in barca sulla classe Star con il padre per poi passare alle derive, un Dinghy 12′ e un 470.

Le cronache narrano che De Matteis, verso la meta degli settanta, lascia le più sportive derive per passare alle barche d’altura partecipando ad alunne edizioni della One Ton Cup di Marsiglia. Ha preso parte a diverse regate cogliendo qualche buon piazzamento a livello nazionale e internazionale ed oggi continua a regatare con gli amici mantenendo inalterato lo spirito agonistico e la passione. 

De Matteis riceverà in premio una copia di Windows 7, l’ultimo sistema operativo lanciato da Microsoft Italia che ha sponsorizzato la premiazione di questo ennesimo record della vela, che dopo la partecipazione di Azzurra alla American’s Cup del 1983 è divenuto uno sport nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>