Dufour 40 Performance, per regatanti di razza

di LauMar Commenta

Doufour 40

In terra francese si  è lavorato molto per ottenere il progetto di un’imbarcazione innovativa e con caratteristiche tali da poter competere sui tutti campi di regata. Con il nuovo  Dufour 40 Performance l’obbiettivo è stato certamente raggiunto, anche grazie alla collaborazione del nostro progettista,  Umberto Felci, che da anni firma gli scafi di casa Dufour.

Fedele alla sua vocazione di realizzare barche belle e divertenti, il progettista gardesano ha creato per i francesi un 12 metri un fast cruiser, che in fatto di velocità non è secondo a nessuno.

A dimostrarlo sono e le sensazioni riscontrate dalla mia prova in acqua, effettuata nel weekend scorso a Genova, queste denotano le caratteristiche di una barca brillante, reattiva, facile da gestire anche con tempo difficile, ma soprattutto stabile in ogni andatura.

Del resto, con i tempi che corrono ed il mercato nautico in ribasso, era assolutamente vietato sbagliare decidendo di lanciarsi in questa fascia di mercato, quella dei fast cruiser di 12 metri, dove la battaglia è sempre più dura e la competizione più serrata, visto anche il grande affollamento della fascia di settore dove quasi tutti  i cantiere dispongono di prodotti validi e performanti.

Questo è un segmento certamente strategico, prima di tutto in Italia e poi in Spagna, ma  soprattutto nella Francia mediterranea, dove non solo ci si gioca una parte importante del budget, ma anche molto dell’immagine verso i concorrenti.

Perché se è vero, che da un lato l’importante è produrre barche sempre più comode, ampie e abitabili, dall’altro è fondamentale diffondere ai potenziali armatori l’idea di un marchio e di un cantiere che sappia fare  scafi veloci anche per la regata o per chi, comunque, sappia apprezzare le prestazioni di una barca grintosa.

Tanto più che i concorrenti e rivali, i connazionali di Beneteau, sono in procinto di ridisegnare il loro capostipite delle barche veloci  nel segmento dei 12 metri da crociera veloce, dopo aver già rinnovato il 50 first ed il 45 piedi. Fra poco , infatti uscirà il nuovo  First 40.7 ridisegnato da Bruce Farr, e che certamente diventerà il nuovo punto di riferimento  per il successo commerciale di casa Beneteau.

Proprio in quest’ottica, per aggiornare la sua produzione (ancora basata sulla gamma Classic che comincia ad avere parecchi anni) e per stare al passo con gli altri (ora che anche Bavaria è entrata nella gamma “Race”) Dufour doveva intraprendere la strada di avere un nuovo  40’ che, sono convitno, continuerà a garantire e ripercorrere il successo che ha già ottenuto con i modelli Grand Large, adottati persino da scuole vela come i Glènans, per i loro stage d’altura.

Questo è certamente uno degli effetti più lampanti del nuovo corso della gestione del marchio, da quando i Cantieri del Pardo sono entrati a far parte del pacchetto azionario di Dufour. Nonostante molti dicano che i modelli Grand Soleil  e Dufour alla fine si assomigliano, sono certo che questo 40 piedi troverà la sua giusta dimensione garantendo ai nuovi proprietari innumerevoli soddisfazioni su tutti i campi di regata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>