GARMIN VHF 200/300i, e la radio cresce!

di LauMar Commenta

Molti sottovalutano le potenzialità odierne della radio di bordo o VHF che dir si voglia. Nell’era dei telefoni cellulari e di quelli satellitari sembrava, qualche anno fa, che questo tipo di ricetrasmittente avesse le ore contate, poi l’evoluzione tecnologica ha ridato vita alle onde corte.

La scelta della gamma dei VHF Garmin 200/300i, non è solamente  una diversa opzione tra vairie  ricetrasmittenti di bordo,  ma vi consente di gestire un numero sempre più importante di funzioni tra le quali quelle connesse all’emergenze di bordo, diventando così una vera stazione multifunzionale.

Questa linea di apparecchiature può integrare funzioni quali l’AIS, che permette di riconoscere la rotta delle altre imbarcazioni con lo stesso sistema e quindi evitare collisioni in  zone ad altro traffico mercantile.

Questo è certamente un prodotto di alta gamma che può venire integrato con più cornette sistemate in vari punti della barche, le quali possono anche funzionare da interfono. Inoltre l’apparato ha una funzione di registrazione dei messaggi, molto utile per riascoltare le previsioni meteo o gli avvisi ai naviganti che in alcuni casi possono venire disturbati da interferenze ed essere così poco comprensibili. 

Questo VHF può anche essere collegato con vari display tra  cui il GPS chartplotter, il radar ed appunto l’AIS. Il modello più evoluto del Garmin, il 300, può anche disporre di un sistema denominato Buddy Tracking che consente ad una barca ,che possiede lo stesso sistema, di poter visualizzare sul display i dati diquesta barca e di comunicare in via prioritaria con essa.

Inoltre, con la connessione Nmea 2000 della radio, è possibile anche far partire una chiamata di soccorso o di avviso direttamente dal chartplotter, in mo di avvisare di un pericolo imminente, se vi accorgete che una barca dotata di AIS entra in una zona di pericolo collisione.

Certamente un sistema molto evoluto e sofisticato, ma direi anche molto intelligente così da garantire una maggiore sicurezza durante la navigazione soprattutto in condizioni difficili come nebbia o mare avverso, quando la visibilità e quasi nulla. Dopo aver provato le sue funzionalità a bordo di una barca di un  amico posso garantire che anche le normali funzioni sono molto meglio gestibili così come la qualità del segnale che viene migliorata dalla frequenza a controllo digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>