Gommone da mezzo milione di euro per il re del Marocco

di Giulia Ferri Commenta

Che i gommoni da qualche anno a questa parte non sono più da definire battelli pneumatici votati all’economicità e al facile trasporto, è un’idea che ormai siamo abituati a considerare ma che si potesse arrivare a spendere quanto uno yacht è davvero una notizia insolita e per certi versi bizzarra. Bizzarra perchè tra i tentativi del popolo Saharawi di ottenere l’indipendenza, a un anno dalla primavera araba, le tensioni sociali per la crisi economica, la famiglia reale del Marocco regala a sua maestà Mohammed VI un Pirelli P1400 Sport da mezzo milione di euro.

Un “piccolo” regalo per festeggiare il suo 49° compleanno, che in realtà è passato un paio di mesi ma che un lutto ha posticipato i festeggiamenti. Non oso immaginare l’anno prossimo, al compimento del 50° anno, che dono possa ricevere.. forse un’intera flotta?

tornando a parlare del gommone P1400, si tratta di un gioiello tecnologico interamente costruito in carbonio dal cantiere Tecnorib licenziataria e produttore per il marchio Pirelli PZero.

E’ difficile immaginarsi che questo velocissimo bolide non sarà altro che il tender dello yacht reale Sailing Yacht El Boughaz I. Altri gommoni sono stati ordinata dalla Marina Militare marocchina. Un regalo partito i giorni scorsi e che ha raggiunto il Marocco via terra prima di imbarcarsi a Sotogrande, in Spagna.

Scopriamo qualcosa di più di questo fantastico top di gamma:

Lungo 14 metri e largo 3,85, il nuovo Pirelli PZero incarna nel suo DNA tutto lo spirito che da sempre contraddistingue il progetto di industrial design di Pirelli: meticolosa ricerca dei materiali, attenzione ai dettagli e alta qualità delle performance. Linee sofisticate, finiture di altissimo livello e ampi spazi aperti caratterizzano questo fiammante day cruise estremamente grintoso che arricchisce l’ampia gamma di battelli. Un battello senza compromessi, dalla ricerca dei materiali allo studio delle linee, il punto d’arrivo di un percorso progettuale coerente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>