LightPower, da Solbian i moduli fotovoltaici flessibili

di Antonino Commenta

SoldiniFino a una manciata di anni fa era solo un sogno quello dei pannelli fotovoltaici flessibili. Vado a memoria, ma mi ricordo che la ST Microelectronics stava lavorando ad un progetto simile, in Francia, ma giusto come primo approccio a questa tecnologia.

Trovarseli già sul mercato, oggi, è proprio una bella soddisfazione. Li commercializza la Solbian, e oltre ad essere dotati di una tecnologia avanzata, sono anche a buon prezzo. Il prezzo che un acquirente riesce a spuntare contattando direttamente la Solbian – dal loro sito internet – è infatti di 10 Euro x Wp (watt di picco), quindi le due versioni proposte verrebbero a costare 370 Euro – versione da 37 Wp – oppure 740 Euro – versione da 74 Wp.

I pannelli fotovoltaici Solbian godono della tecnologia al silicio monocristallino, che anche se superata ormai da quella al silicio policristallino per i moduli rigidi, nei moduli flessibili risulta essere quella più avanzata. I moduli, come consiglia la Solbian, vanno installati da personale di fiducia della ditta, se si intende far valere la garanzia, questo perché la fragilità degli stessi potrebbe comprometterne il funzionamento. Nonostante ciò, una volta incollati da qualche parte tramite il nastro biadesivo di cui sono già forniti – è possibile scegliere la tuga, il ponte o qualsiasi altro posto di passaggio – sono resistenti anche al calestìo (con eccezione di carichi pesanti o tacchi a spillo, ovviamente).

Il rendimento è di circa il 30 per cento in più rispetto a prodotti concorrenti, e va usato il regolatore di carica enerGenia Intellibox 16, commercializzato dalla stessa Solbian, a meno di non ottenere rendimenti inferiori con prodotti universali.

La tecnololgia con cui sono stati costruiti i pannelli prevede, tra l’altro, un ripartitore di carica indipendente per ogni modulo: se in un pannello i moduli sono 16, ad esempio, i ripartitori saranno in egual numero, a differenza dei prodotti tradizionali che ne provedono solo uno per ogni gruppo di moduli, ottimizzando così il rendimento di ogni modulo al massimo possibile.

Le Solbian sono le stesse montate anche su Telecom Italia class 40 di Soldini; ogni altra info è possibile ottenerla dal sito: www.solbian.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>