Rising Sun, lo yacht di Larry Ellison

di Gioia Bò Commenta

rising sun larry ellison

Fino a qualche anno fa era in testa alla classifica degli yacht più grandi del mondo. Oggi il Rising Sun è stato superato da diverse ville galleggianti, ma resta comunque uno degli yacht più lussuosi del Pianeta, la vera chicca della collezione di proprietà di Larry Ellison, CEO della Oracle, nonché appartenente alla ristretta cerchia degli uomini più ricchi del mondo.

Il Rising Sun ha già qualche anno sul documento di identità, ma continua a fare la sua bella figura in giro per le acqua del Globo, attraccando di tanto in tanto anche sulle coste italiane, per l’invidia di quanti lo osservano da vicino. Monumentale, lussuoso, veloce, lo yacht di Larry Ellison sembra quasi una nave da crociera con i suoi 138 metri di lunghezza ed i cinque ponti. Si narra che il progetto iniziale prevedesse una lunghezza di “soli” 120 metri, diventati 138 dopo che Ellison scoprì che l’Octopus di Paul Allen ne misurava 120.

Manie di grandezza non solo nelle dimensioni. Il Rising Sun è il risultato delle migliori tecnologie e vanta il possesso di un elicottero, di un sottomarino, di una piscina, di un cinema e di una cantina con i migliori vini del mondo. Immancabili poi i bagni jacuzzi, le palestre, le saune ed un campo di basket che può trasformarsi in pista di atterraggio per gli elicotteri.

82 le stanze presenti a bordo, la maggior parte delle quali riservate ai 50 uomini dell’equipaggio. Non mancano però le suite per gli ospiti che in ogni stagione hanno il piacere di salire a bordo di uno degli yacht più lussuosi del mondo. 48mila cavalli di potenza ed una velocità massima di 28 nodi per questa barca progettata da Jon Bannenberg e cosruita nei cantieri Lurssen di Brema. Insomma, il meglio del meglio per un uomo ricchissimo che sa come coccolarsi a suon di gioielli, siano essi ville, jet e megayacht di lusso.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>