Si chiama Epiphany, lo yacht più costoso al mondo

di Alba D'Alberto Commenta

Fin da quando è stato progettato e messo in acqua, Epiphany è risultato uno yacht adatto ad un milionario. Non soltanto per il costo dell’imbarcazione ma anche per il lusso che ne deriva.

C’è uno dei ponti riservato all’armatore con decide di cabine e poi anche un ufficio da dedicare all’armatore e alle segretarie a una sala costruita come un cinema privato. Cosa volere di più? I dettagli tecnici sull’imbarcazione, di cui siamo venuti a conoscenza, sono tanti. In primo luogo diremo che il super yacht Epiphany è lungo 130 metri ed è bellissimo, forse uno dei più belli al mondo.

epiphany

A disegnarlo ci ha pensato Andy Waugh, un designer che poi ha fatto in modo che lo yacht fosse riempito di tecnologie all’avanguardia. Si tratta di un vero e proprio palazzo galleggiante. Dalle immagini spicca la piscina con un prendisole praticamente enorme. All’interno dello yacht c’è anche la Spa, la sala da gioco, la palestra attrezzata, il bar con spazio all’aperto e poi la Vip Lounge.

Non manca niente, nemmeno le cabine riservate: una all’armatore e ai suoi ospiti e quelle per i 40 membri di un ipotetico equipaggio. Tutte le cabine sono con terrazzo privato e sala home cinema. Un intero ponte privato – come già detto – è riservato al proprietario di Epiphany. L’armatore può scegliere di dormire anche in una delle altre mega stanze che sono dotate tutte di vasche idromassaggio, ufficio privato con spazio per le assistenti, il famoso e già citato cinema personale nonché l’accesso al ponte prendisole con vasca Jacuzzi inclusa.

Epiphany è comunque un prototipo e fino a che non si trova il cantiere per realizzarlo non si può conoscere il suo prezzo finale. Si parla di 667 milioni di dollari che superano di gran lunga i 550 milioni dell’Azzam che appartiene al sovrano degli Emirati Arabi Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>