Soldini e D’Alì al comando nella Solidaire du Chocolat

di Antonino Commenta

Soldini - Solidaire du ChocolatPartiti in 24 dal porto di Sain-Nazaire, a Nantes, dopo 13 giorni di navigazione il team italiano Soldini-D’Alì è in testa nella traversata oceanica “La Solidaire du Chocolat“.

L’equipaggio, alla guida di Telecom Italia, ha staccato di almeno 70 miglia il resto dei 24, che ha visto 8 ritirati per problemi tecnici. Cinque le depressioni affrontate finora, che hanno messo a dura prova gli equipaggi. Fina dalla prima, con raffiche a 60 nodi in prua e mare forza 10, che ha causato un black-out di 24 nelle comunicazioni, dopo le quali Soldini ha comunicato di averla superata.
La stanchezza ha cominciato a farsi seriamente sentire nella Class 40 in rotta verso lo Yucatàn. Nel mezzo della loro traversata atlantica, il duo ha avuto un successo straordinario dopo aver lasciato St. Nazaire, nonostante le prove subite, e la sesta depressione ancora da affrontare.

Dopo l’ultima tempesta, Soldini ha comunicato a Repubblica:

L’interno di Telecom Italia è pieno d’acqua, i sacchi a pelo sono fradici come del resto vestiti e cerate. Cerchiamo di fare un pasto caldo al giorno per toglierci il freddo di dosso.

Gli equipaggi dovranno affrontare adesso le previsioni meteo dei prossimi giorni, che sono diverse per i due gruppi. Il gruppo a est avrà vento per 2 a 3 giorni a velocità minima tra il 7 e 8 nodi, mentre gli equipaggi a sud staranno tra i 10 ei 12 nodi, che dovrebbe consentire loro di riconquistare una parte del gap creatosi. Questi ultimi hanno ritrovato il sole, e potranno avanzare ad andature portanti, mentre l’altro gruppo è ansioso di rimuovere le cerate.

Ecco la classifica attuale:

  1. Soldini e D’Alì (Telecom Italia);
  2. Damien et Armel (Cargil) a 60 miglia;
  3. Tanguy et Adrien (Novedia) a 68 miglia;
  4. Bernard et Bruno (Cheminée Poujoulat) a 70 miglia

Rimangono 3 imbarcazioni e meno di 10 miglia, 4 a meno di 70 e 6 a meno di 200, mentre la rotta da precorrere prevede ancora 1600 miglia fino alla tappa di Saint Barth, prevista tra il 7 l’8 novembre, mentre 3100 miglia per l’arrivo a Progreso, previsto tra il 15 e il 17 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>