V Yacht 37, passione imprenditoriale

di LauMar Commenta


Molto spesso le nuove avventure imprenditoriali nel settore della nautica da diporto nascono quasi per caso, grazie soprattutto all’entusiasmo ed alla passione di armatori che a loro volta diventano costruttori.

Nel caso però del cantiere V Yacht la passione non coincide assolutamente con l’improvvisazione dato che questa realtà della cantieristica nostrana nasce da un pool di esperti sia del Big Game che della vela da regata, che hanno messo a frutto la loro esperienza ed hanno creato dei nuovi progetti capaci di confortarsi senza timore con i vari concorrenti.

In effetti a guardare bene il progetto di questo 37  piedi si nota subito l’impronta progettuale ed il know how di chi da anni va per mare. Lo scafo con deadrise di 25°che promette un efficace handling e la prua alta ed imponente per riparare l’equipaggio dagli spruzzi anche in condizioni di mare formato, sono il segno evidente di una cura dei dettagli che da anni non si vedeva quasi più sulle barche di nuova produzione.

La larghezza dello scafo, inoltre, consente al V37 di poter ospitare ben due cabine separate oltre ad un’ampia dinette ed al locale bagno dotato di box doccia separato. L’importanza dei volumi esterni possono consentire a questa barca di competere con i migliori scafi  fisherman provenienti dagli USA.

La qualità produttiva e la scelta di materiali di prim’ordine è il must di questa imbarcazione visto che in fase progettuale, sia lo scafo che la sovrastruttura, sono stati realizzati con uno stampo costruito direttamente attraverso il montaggio di lastre lamellari da 25 millimetri rifinite ed assemblate grazie ad un taglio con macchinari a laser, per garantire la massima precisione degli incastri.

Per rendere la struttura ancor più solida sono stati poi inseriti sei longheroni e sette madieri ricoperti di uno strato di kevlar lungo tutto l’opera viva così da rendere la chiglia forte come quella di un rompighiaccio.  

La motorizzazione installabile è in linea con il progetto ed è possibile posizionare due motori Volvo Penta da oltre 300 HP, abbinati ai piedi poppieri della stessa casa svedese. Certamente un prodotto che avrà molto sucesso tra gli appassionati della pesca d’altura, ma anche tra coloro i quali desiderano una barca concepita con criteri di funzionalità e robustezza o per chi vuole navigare a lungo ed in tutte le condizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>