Via alla nuova edizione del Salone Nautico di Genova

di Alba D'Alberto Commenta

L’appuntamento genovese con la nautica, ormai, è tra i più attesi della fine dell’estate. E quest’anno l’edizione è molto particolare perché di certo lancerà nuovamente il settore, attanagliato dalla crisi degli anni passati. Insomma, il futuro dell’evento è roseo.

La presidente di Ucina Confindustria Nautica Carla Demaria non ha dubbi sull’esito della rassegna che aprirà i battenti il 20 settembre e segnerà di certo il rilancio del settore. La sua lunga dichiarazione è emblematica. La riportiamo di seguito:

“Mi aspetto un salone positivo perchè il mercato ci accompagna. Ci meritiamo un grande salone nautico per averlo difeso e presidiato negli anni duri. Ancorchè attaccato, rimane nel circuito internazionale perché ne soddisfa i criteri. Non esiste altra vetrina in Italia che possa fare lo stesso.

Il 57% degli espositori presenti l’anno scorso – precisa – quest’anno ha aumentato l’investimento. Hanno portato più barche o hanno preso più spazi. Il padiglione B riservato ai fuori bordo era tutto esaurito a dieci giorni dall’apertura delle iscrizioni in maggio.

Ucina – afferma Demaria – ha lavorato per sviluppare un bel salone ma ad aiutarci moltissimo è il mercato. Lo confermano i dati sul leasing nautico forniti da Assilea, una crescita del 44% dei contratti e del 26% in valore assoluto nei primi cinque mesi del 2016 rispetto ai primi cinque mesi del 2015. Sono clienti italiani, significa che è ripreso il mercato interno. A questo si aggiunge una crescita del 17% del fatturato globale della nautica italiana 2015 rispetto al 2014, un +40% nel settore fuori bordo nell’ultimo biennio. E se il mercato interno riprende, tornano al salone gli espositori stranieri, un fatto che ci conforta molto”.

C’è un po’ di rammarico per i grandi marchi usciti da Ucina ma sono perdite fisiologiche che certamente saranno una lezione per quanti vogliono diventare protagonisti del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>