43° Edizione della Barcolana: vince Esimit Europa 2

di Martina Commenta

Domenica 9 ottobre, nelle acque antistanti Trieste, si è svolto il classico appuntamento della Barcolana, regata che vede ogni anno la presenza di professionisti e di appassionati della vela. Due sono le categorie dei partecipanti: quella di chi gareggia per vincere e quella di chi gareggia per divertirsi. 

Quella di quest’anno è stata la 43° edizione, vinta dal maxi di 30 metri “Esimit Europa 2” (ex “Alfa Romeo”) dell’armatore sloveno Igor Simcic, condotto da Paolo Bolzan e con Jochen Schuemann come skipper. I numeri di questa edizione sono stati quelli dei nodi della Bora, 20, e del numero degli iscritti, 1762 imbarcazioni.

Tutto ciò ha fatto si che lo spettacolo fosse garantito. Anche a terra gli spettatori sono stati numerosi: sembra che ce ne siano stati oltre 300.000!

L’evento in sè consta di una sola prova; il percorso è lungo 15 miglia.

La prima edizione della Barcolana si svolse nel 1969 con la presenza di 51 barche e fu vinta dal comandante Piero Napp, della Società Triestina della Vela, con “Betelgeuse”; e per i seguenti 10 anni la Barcolana fu una regata tra i vari circoli del golfo di Trieste.

L’evento assunse una dimensione internazionale nel 1980, quando la vittoria venne raggiunta da una barca non italiana ma tedesca, il “Rupe”. Da questo momento in poi la regata triestina vide l’arrivo di numerosi sponsor nonché la partecipazione del “Moro di Venezia” che, con Tiziano Nava, vinse le edizioni del 1987 e del 1989.

La storia della Barcolana dal 1969 ad oggi conta la presenza di grandi campioni e di grandi barche. Per fare qualche nome: Mitja Kosmina con “Maxi Jena” (da notare che Maxi Jena quest’anno si è aggiudicata il secondo posto), Flavio Favini con “Cometa”, Paolo Cian con “Riviera”, lo stesso Russell Coutts…

E fu proprio Russell Coutts, nel 2007, partito Ocs con il suo RC44, a dichiarare di non aver mai visto una regata così appassionata.

Articoli correlati

Barcolana, appuntamento a Trieste il 9 ottobre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>