Barca a vela Elan 340

di Ottavio Commenta

Elan 340
La barca a vela Elan 340 è una bella espressione dell’omonimo cantiere navale sloveno, che ha affidato il progetto dell’imbarcazione ad una firma riconosciuta nell’intero ambiente: l’inglese Rob Humphreys. Il connubio fra i due centri di potere ha portato alla realizzazione di una barca a vela della lunghezza di 10 metri che è diventata subito un punto di riferimento degli amanti della vela.

Il designer inglese, basandosi sulla sua grande esperienza e sulla cultura marinaresca britannica, ha disegnato una barca a vela che racchiude in sé le caratteristiche della sportività e dell’eleganza. Per questo motivo, la Elan 340 si contraddistingue per essere una barca a vela desiderata da molti, senza avere nulla da invidiare ai cantieri navali più blasonati.

Anzi, dalla sua parte, possiede anche il vantaggio del prezzo che, a parità di qualità di barca, risulta essere inferiore rispetto agli altri giusto perché costruito dai cantieri navali sloveni della Elan. Questi hanno dimostrato di possedere tutta la tecnologia per la progettazione e la realizzazione di una barca a vela al limite dei 10 metri, con un baglio massimo di 3 metri e 48, con un pescaggio che si aggira sui 2 metri.

Il suddetto fast cruiser possiede, nello specifico, una superficie velica che si aggira sui intorno ai 72 mq, utili a muovere un dislocamento di 5 mila chilogrammi. La barca possiede anche un motore entrobordo Volvo da 29 cavalli, estremamente affidabile e parsimonioso, anche nelle lunghe giornate di bonaccia.

La vita di bordo è gradevole, consapevoli di trovarsi su un tipo d’imbarcazione che è compatta ma che non dà l’impressione di essere eccessivamente massiccia; è moderna ma senza invadere quel limite che porta all’estremo; proporzionata e dall’aspetto particolarmente elegante sul pelo dell’acqua. Insomma, una barca a vela che non passa inosservata, sebbene appartenga alla categoria dei 10 metri, forse considerata una cenerentola, in periodi popolati dai maxi yacht.

Eppure, la Elan 340 solca il mare con facilità e decisione, con una bella randa e con un genoa sovrapposto al 135%. Nessun problema per utilizzarla anche come barca a vela d’altura, come l’Alubat Ovni 495, tanto è la sicurezza che viene percepita a bordo della barca slovena. Dal punto di vista dell’abitabilità, poi, la Elan 340 offre una qualità certa, con un legno chiaro come l’Aningre da contrapporsi al pagliolato realizzato col wengé scuro.

Due cabine ed un bagno che accolgono comodamente 4 persone ma che, in aggiunta, vedono aumentare il numero degli ospiti grazie ai letti ricavabili, come al solito, in dinette, e che portano la capienza totale a 7 posti letto. Una barca a vela, insomma, di grande pregio e, perché no, antimodaiola e, perciò, esclusiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>