Alubat Ovni 495, barca a vela d’altura

di Ottavio Commenta


Il cantiere francese Alubat ha sfornato una barca a vela d’altura che rappresenta l’ammiraglia della gamma Ovni: la 495. Si tratta di un cabinato che è stato progettato da uno dei migliori designer d’oltralpe, chiamato dal marchio Alubat a creare una barca che sia una delle migliori espressioni della nautica a livello internazionale. Philippe Briand, dunque, mette nero su bianco quella che sarà la Alubat Ovni 495, una barca a vela che non passerà mai inosservata in tutte le darsene in cui sarà ormeggiata.

Una delle novità che il progettista francese mette in opera è la deriva mobile integrale, una caratteristica che consente alla Ovni 495 di riuscire ad approdare anche nei fondali più bassi, grazie ad un pescaggio di soli 0,95 metri. Questa soluzione è stata apprezzata da tutti quegli skipper che hanno utilizzato, e che continuano a timonare con soddisfazione, una Alubat Ovni 495, con la sicurezza di arrivare fino a riva per ancorare la propria barca a vela. Un simile modo di manovrare questo cabinato, della lunghezza di quasi 15 metri, è motivo di grande soddisfazione per molti navigatori e non fa passare inosservata la barca, nel panorama indistinto della nautica a vela.

Altra caratteristica di questa barca è la sua costruzione, realizzata in alluminio e saldata con Argon/Elio con un procedimento MIG. Gli interni, poi, sono stati realizzati con il legno di quercia, per l’arredamento ed il mobilio. In alternativa, si può scegliere il ciliegio come legno opzionale, per personalizzare a proprio piacimento il sottocoperta. Il baglio massimo della Ovni 495 è di 4 metri e mezzo, mentre la sua superficie velica raggiunge i 140 mq: una randa di 50 mq ed un genoa di 70 mq. Lo skipper potrà utilizzare anche una vela di trinchetta di 32 mq, una soluzione utile in diverse condizioni meteo.

Tuttavia, in caso di bonaccia, il cabinato è in possesso di un motore Volvo della potenza di 75 cavalli, fornito di due serbatoi di gasolio della capienza totale di 360 litri. Le manovre sono del tutto semplificate, grazie alle molteplici dotazioni standard in possesso dell’Ovni 495: elica di prua; verricello elettrico salpancora; doppia pala del timone a ruota.

Tutto, comunque, è a portata di mano dello skipper, così come tutto è estremamente fruibile sottocoperta, come se si fosse sul Beneteau Sense 43, un 12 metri francese. Per esempio, vi si trova un impianto autoclave con acqua fredda e calda, la doccia nei due bagni, la cucina a gas con il forno, due frigoriferi. La Ovni 495, insomma, è il fiore all’occhiello del cantiere francese Alubat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>