Bitte moderne, meglio il design o la sicurezza

di LauMar Commenta

Durante il periodo invernale quanto le barche sono ormeggiate ai pontili, i bravi marinai controllano periodicamente la tenuta corretta degli ormeggi ed in particolar modo verificano se  le bitte di bordo non siano sottoposte a sforzi eccessivi. Questo semplice elemento, della ferramenta di coperta, da sempre riveste un ruolo fondamentale per la sicurezza della barca, dato che questo “pezzo” d’acciaio può evitare disastri ed urti alla barca.

Siano a qualche anno fa i progettisti non badavano molto alle forme estetiche delle bitte preferendo utilizzare le normali bitte a T, che garantivano un’ottima resistenza allo sforzo anche se a livello estetico non erano certo il massimo, soprattutto se installate su scafi dalle forme e linee moderne.

Oggi con l’introduzione di nuovi elementi di design, anche le bitte hanno giustamente avuto il loro riscatto, tanto che si trovano studi, designer e ditte specializzati proprio nel disegnare e produrre questo elemento. Sul mercato si possono trovare decine di modelli da quelli comuni, a quelli con forme esagonali siano a bitte che scompaiono all’interno della coperta o del capo di banda, che diventano oltremodo elemento estetico oltre che funzionale.

In alcuni casi di barche moderne l’aspetto estetico è talmente importante che, alle volte si sottovaluta quello pratico per poi trovarsi in seria difficoltà quanto si deve assicurare la propria barca ad un pontile mentre cercate di attraccare con 25/30 nodi di vento. Personalmente preferisco la comodità e la sicurezza al design, visto che navigando parecchio, durante l’anno, mi capita spessissimo di trovarvi in situazioni difficoltose nelle quali avere la certezza di possedere del buon materiale è certamente meglio di avere una linea di bordo elegante.

Generalmente ritengo che quasi tutti i cantieri sottodimensionano sia la sezione delle bitte sia la fattura, nonché il fissaggio delle stesse, così che oggi molte barche, dopo solo alcuni anni dal varo, sono costrette a costosi interventi di ripristino e manutenzione. In particolare, oggigiorno, le bitte vengono imbullonate sulla coperta, quasi sempre, senza un’adeguata contro-piastra in acciaio, posizionando invece solo delle semplici rondelle, cosi che il cantiere possa risparmiare qualche centinaio di euro a scapito della resistenza.

Se considerate poi, che una bitta deve sorreggere la trazione di alcune tonnellate, allora potete ben comprendere come sia necessario avere dei materiali di ottima qualità e tenuta. I costruttori delle moderne bitte, dal design accattivante , sostengono invece  che i loro prodotti siano anche molto funzionali oltre che resistenti. Personalmente, vedendo alcuni modelli in commercio,  avrei qualche dubbio al riguardo vedendo certe forme con spigoli vivi.

Ad ogni modo i sulla mia barca  ho sostituito le bitte originali con altre simili ma con caratteristiche di resistenza e tenuta adatte a barche più grandi, inoltre ho cambiato le rondelle di tenuta con delle piastre di sostegno in acciaio ASI 316 ad alta resistenza, così da garantirmi sonni tranquilli anche in situazioni di tempo pessimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>