Candyscape II, uno yacht da favola

di LupodiMare Commenta

Candyscape II yacht da favola

Metti che gli armatori si chiamino Nick e Chris Candy, gli interior designer più glamour del momento, aggiungi il cantiere Viareggio Superyachts, il risultato è Candyscape II, uno yacht da favola, con un allestimento altrettanto stellare da 70 milioni di euro… I 2 arredatori d’interni, infatti, non hanno badato a spese per questo gioellino che pochi potrebbero permettersi. Beati loro!

Se pensate che a farmi parlare così sia l’invida… beh, non vi sbagliate! Come dice Nick Candy:

I cantieri navali italiani sono famosi in fatto di creatività e design e Viareggio Superyachts incarna per noi queste caratteristiche completate da una tecnologia del Nord Europa.Il progetto ci è stato segnalato dal capitano e dall’ingegnere italiano di Candyscape I, il nostro primo yacht di 45 metri, un Benetti del 1994.

Lo yacht, nato dalla collaborazione del cantiere viareggino con lo studio Arnaboldi e Espen Øino, sfoggia un look elegante, frutto del mix perfetto tra linee tradizionali e moderne. Le soluzioni tecnologiche, qui, si sprecano, ma tutto nel rispetto dell’ambiente. Lo yacht infatti, ha ricevuto il Rina Green Plus Certification. A questo, naturalmente, va aggiunto il lavoro dello studio Candy & Candy, ogni dettaglio è stato disegnato custom e realizzato solo con i materiali più pregiati.

Candyscape II misura quasi 62 metri di lunghezza e offre la bellezza di oltre 700 metri quadrati di superficie calpestabile. Il fiore all’occhiello di questo yacht di lusso è senza dubbio il salone principale, con pavimenti in quercia tinta scura, modonature nero lucido, lacche nere, e soffitti chiari. Naturalmente, in tutto, dalle sedie agli oggetti, c’è il tocco di Candy & Candy. Lo stile si ispira anni anni Trenta e all’Art Decò, con incursioni del 21esimo secolo.

Non mancano le sculture, come quelle di Frédéric Barnley nella dining room, o le tele, come il trittico di Tim Sobieski. Ma i particolari sono assoultamente eccezionali, come il pianoforte trasparente suona da solo, o l’ascensore, sempre trasparente, che collega i 4 ponti, un flat screen Panasonic da 103 pollici, per non parlare della cabina armatoriale, a dir poco spettacolare, con grandi vetrate antiriflesso, con vista panoramica, bagno in marmo grigio, e un’immensa cabina doccia. Le altre cabine, chiaramente, non sono da meno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>