Hanse 545, l’ammiraglia che non teme rivali

di LauMar Commenta

Hanse 545 4

Da molti anni molti cantieri hanno concentrato le proprie potenzialità progettuali e gli sforzi  economici nella fascia delle imbarcazioni da diporto a vela oltre i 15 metri, sia per ragioni di prestigio che per una razionalizzazione dei costi industriali e di produzione.

In questa fascia la sfida si è fatta veramente ardua e molti cantieri, che prima godevano di un primato assoluto ed incontrastato, hanno dovuto confrontarsi con piccoli produttori che si sono lanciati in questa agguerrita “competizione” a colpi di nuovi ed innovativi progetti.

Il cantiere Hanse, che da molto tempo presenta in catalogo un 54 piedi ha voluto affrontare questa nuova prova affidando il rinnovamento delle linee e del design ai progettisti Judel-Vrolijk , con l’intento di incrementare il confort e la sicurezza a bordo.

Nell’evoluzione del progetto è stato dato risalto alla vivibilità a bordo con nuove sedute in pozzetto ampie e molto comode, zone in teak sulla tuga, che possono fungere da prendisole ed ambienti più luminosi sottocoperta, grazie ad ampie finestrature ricavate sulle murate.

Il grande lavoro dei progettisti si è concentrato soprattutto sul disegno della coperta, caratterizzato da una tuga bassa e leggermente squadrata che termina nei pressi dell’albero, così da lasciare la zona prodiera completamente priva di ingombri.

La poppa è stata completamente rivista arretrando le due ruote della timoneria e rinviando tutte le manovre correnti nei pressi della due colonnine in modo da consentire a chi governa di poter meglio regolare le vele senza l’ausilio di altri membri dell’equipaggio.

Sottocoperta è stato migliorato l’accesso dal tambuccio così da renderlo più sicuro anche in caso di mare mosso. Il lay-out riprende lo schema classico delle barche da crociera-veloce con due cabine ampie a poppa, dotate di bagno privato, e la cabina armatoriale a prua. La dinette è composta da un comodo divano a L e tavolo da pranzo, mentre sulla murata opposta è collocato il tavolo da carteggio e la zona cucina, dotata di tutti i confort.

Grazie alla buona fattura dell’armo velico che prevede anche la possibilità di armare un fiocco autovirante, così da semplificare ulteriormente le manovre, la barca si comporta egregiamente sia per sensibilità al timone che per velocità nelle varie andature.

Sicuramente un progetto azzeccato che conferma la capacità dei designers di saper rinnovare e migliorare anche i progetti già vincenti, che non temono il confronto con i rivali di pari categoria.

Hanse 545 2Hanse 545 3Hanse_545_4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>