Key West Week 2011, Mascalzone Latino vince

di Ottavio Commenta

Mascalzone Latino vince la Key West Week 2011. La barca di Vincenzo Onorato non è stata la sola ad uscire vittoriosa dalla competizione che si è svolta a Key West, in Florida. Nella classe Melges 24, Blu Moon, la barca di Rossini, si è aggiudicata la vittoria, sopravanzando l’altra barca italiana, Uka Uka, di Lorenzo Santini.

Senza dubbio, però, la classe in cui c’è stato lo spettacolo più appassionante è stata quella degli RC 44, proprio dove Mascalzone Latino aveva di fronte delle barche agguerritissime, prima fra tutte quella di Russell Coutts, Oracle racing. Quella dell’equipaggio di Onorato è stata una vittoria all’ultimo respiro, congegnata dal tattico, Francesco Bruni.

Nella Key West Week 2011 le barche italiane hanno sempre fatto bene, ma la forza di Mascalzone Latino è stata quella di riuscire a strappare la vittoria nell’ultima e decisiva sfida, sopravanzando sia Russell Coutts sia Cameron Appleton.

Nella classifica generale, quindi, Mascalzone e Team Aqua si piazzano alla pari, con la barca italiana che, tuttavia, riesce ad aggiudicarsi la manifestazione per il maggior numero di primi posti: 4 contro i 3 di Team Aqua. Sul terzo gradino del podio si è piazzata, invece, Oracle Racing.

Nella classe Melges 24, invece, Blu Moon, timonata da Flavio Favini, si è tolta il lusso di non disputare l’ultima prova, scartata per il fatto di avere già 7 punti di vantaggio su Uka Uka. La classifica si chiude, dunque, con la barca italiana Uka Uka di Santini, con Lorenzo Bressani al timone, al secondo posto.

Terzo gradino del podio per i norvegesi e quarto posto per Audi, di Riccardo Simoneschi, con tattico Gabriele Benussi. Nei Melges 32, infine, Fantastica di Lanfranco Cirillo, tattico Michele Paoletti, chiude al sesto posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>