Salone Nautico di Genova 2012 torna la subacquea

di Giulia Ferri Commenta

Anche il settore subacqueo, dopo 30 anni d’assenza, sarà presente al Salone nautico di Genova 2012, in programma dal 6 al 14 ottobre. Un ritorno in grande stile data la massiccia presenza di espositori e l’esaustiva lista di eventi dedicati nonostante i venti di crisi che hanno portato altrove ridimensionamenti notevoli in termini di organizzazione.

» Tutto sul salone nautico di Genova 2012

Ci sarà l’azienda genovese Cressi Sub, leader del settore insieme ad altre società del Gruppo Confisub, quali Technisub, Mares SpA, Scubapro Uwatec srl e Seacsub SpA, oltre al tour operator GoAsia, e l’Ente di formazione Professionale Hydrolab.

Alla vigilia della chiusura dell’evento fieristico, sabato 13 ottobre presso la prima galleria del Palasport interverrano, grazie ai preziosi sforzi dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee con la collaborazione della Fiera di Genova, Ucina e Confisub, tanti campioni del mondo subacqueo. Si inizierà la mattina alle ore 10:30 con il convegno Lo sviluppo delle tecnologie professionali subacquee presso la Sala Mezzanino del Padiglione B. Questi gli appuntamenti in agenda:

Lavinio Gualdesi di Edgelab sull’ingegneria oceanografica al servizio del mondo scientifico e dell’ imprenditoria giovanile, Marco Vacchieri di Drafinsub su “ll mondo dei lavori subacquei e le sue tecniche; le operazioni in basso fondale con air diving station e wet bell; le operazioni in alto fondale con Saturation Diving System, massima espressione del professionismo subacqueo”. Il tema della robotica subacquea e dell’impiego di veicoli a controllo remoto nell’industria offshore sarà oggetto di due interventi: il primo curato da Sonsub, la società del gruppo Saipem altamente specializzata nella fornitura di servizi per la gestione e il controllo delle attrezzature sottomarine, il secondo da Giuseppe Casalino, Docente di Robotica e Controlli Automatici, Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Telematica della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova e Direttore del centro Interuniversitario Nazionale ISME (Integrated Systems for the Marine Environment). Adolfo Magrin, amministratore delegato di CNS, porterà l’esperienza internazionale nei lavori subacquei maturata in zone e situazioni altamente critiche.

Alle ore 17:00 ci sarà la cerimonia di premiazione del Tridente d’oro, presieduta da Francesco Cinelli, presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>