SeaTec, consegna Targa Bonetto

di LauMar Commenta


Oggi al Seatec, presso gli stands del Carrara Fiere, si è tenuto il convegno:”Migliorare la vivibilità della barca a velo o motore”, a cui personanlmente ho partecipato. Questo convegno, inserito nella manifestazione per la premiazione della Targa Bonetto, ha suscitano la curiosità di molti appassionati presenti in sala, nonchè la partecipazione di esperti designer, architetti e professionisti del settore

Le barche, tanto quelle a vela quanto quelle a motore, negli ultimi decenni hanno subito una forte evoluzione per soddisfare le richieste e le esigenze di una committenza sempre più ampia che non intende rinunciare al confort e ad un arredamento di qualità trasformando le caratteristiche originarie della barca sempre più simili a quelle di una vera e propria seconda abitazione.

La necessità del dibattito, il più ampio possibile, sulle tendenze odierne e sulle risposte che i progettisti sono in grado di offrire, è stata sottolineata da Marco Bonetto, ideatore del premio dedicato al padre Rodolfo, figura di primissimo piano nella storia del design internazionale mentre Roberto Franzoni, giornalista ed esperto del settore, ha proposto alcune esperienze personali sottolineando la necessità, per i costruttori, di fare ricerca destinando risorse al miglioramento delle imbarcazioni.

All’interno del convegno si è discusso su come un attento studio ergonomico, applicato alle barche da crociera, possa migliorare la vivibilità di bordo, dove gli spazi per necessità sono contenuti, ma possono essere migliorati mediante l’introduzione di nuovi parametri, che da tempo sono all’attenzione degli esperti di automotive.

Molto apprezzato è stato l’intervento di Tommaso Spadolini architetto che ha firmato numerose barche di prestigio che, partendo dalle esperienze maturate in fase progettuale e nel cantiere ha sottolineato la necessità di avviare uno studio complessivo sulla materia che coinvolga tutta la cantieristica italiana e non solo alcuni gruppi particolarmente sensibili. Hanno completato la serie delle relazioni Aldo Cingolani – Direttore generale di Giugiaro Architettura- Fulvio De Simoni, -architetto e designer- Francesco Lovo -Pininfarina Extra- e Silvia Piardi -direttore del Master Universitario in Yacht Design-.

La mattinata è proseguita con la consegna dei premi ai vincitori della 17° edizione della Targa Rodolfo Bonetto, dedicata ai giovani designer e istituita da Marco Bonetto nel 1991.
La giuria che ha assegnato i premi era presieduta da Marco Bonetto, titolare dello Studio Design Center, oltre che da Decio G. R. Carugati, Roberto Franzoni,  Angelo Cortesi, Alberto Maria Prina, Berardo Cittadini e Tommaso Spadolini, ha proclamato vincitori
Sezione 1: innovazione tecnologica:

1° Classificato
Progetto:  Najad
Di:  TJ VANINETTI
Istituto:  Umea Institute of Design, Svezia
Con la seguente motivazione:
Progetto di concreta realizzazione, innovativo per il marchio, con una brillante rilettura estetica  di elementi compositivi canonici e una presentazione adeguata ed esaustiva.

2° Classificato
Progetto: Survivor
Di:  CRASTO Sheldon Philip – DAHRESOBH Amin – PARATHAMA Adita Istituto:  Domus Academy, Milano
Con la seguente motivazione:
“Per aver trattato un tema socialmente utile, relativo al soccorso in mare. Connotazioni e ritrovati particolarmente originali e coerenti con la funzione. Presentazione sintetica ed esaustiva”.
La Giuria ha ritenuto di assegnare solo due  premi non ravvisando in altri progetti contenuti innovativi e coerenti di particolare rilievo.

Sezione  2 : infrastrutture

1° Classificato
Progetto: Ricalibratura della portualità turistica nel Porto di Santa Margherita Ligure
Di: Michela BONZI – Alvise NASON
Istituto: Polo Universitario della Spezia
Con la motivazione: Progetto di grande respiro architettonico che prende in considerazione una fruibilità allargata alla comunità locale, anche attraverso la realizzazione di aree balenabili. Molto apprezzabili i  dettagli fra i quali, in particolare,  la  colonnina servizi

2° Classificato
Progetto: Ligurian Nymph
Di: GAROFALO Giulio – NAR Ashish –VERYERI Ilgar
Istituto:  Domus Academy, Milano
Con la motivazione: Sistema d’attracco particolarmente innovativo e  flessibile. Il design si presta alla collocazione in qualsiasi contesto di approdo marino.
Nelle foto uno dei vincitori dei progetti premiati, insieme a Marco Bonetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>