Louis Vuitton Cup 2013, quarta sconfitta per Luna Rossa

di Gioia Bò Commenta

louis vuitton cup 2013 luna rossa sconfitta

Poche soddisfazioni per Luna Rossa nella baia di San Francisco, teatro della Louis Vuitton Cup 2013. Il team di Prada non riesce proprio a tenere il passo degli avversari e si arrende per la quarta volta al cospetto di Emirates New Zealand, avversario più accreditato per la sfida ad Oracle nell’America’s Cup del prossimo settembre.

Il catamarano italiano ha provato a mettere in difficoltà i kiwi nella regata di ieri, ma Emirates ha dimostrato ancora una volta di essere in grado di “volare” sull’acqua, giungendo al traguardo con un vantaggio superiore ai tre minuti. Al termine della regata c’è stato spazio anche per uno spettacolo a sorpresa, con Tom Cruise che ha potuto provare le potenzialità di Emirates, mettendosi al timone per qualche minuto.

Siparietto a parte, la Louis Vuitton Cup 2013 ha dimostrato nuovamente che i kiwi sono in netto vantaggio su qualunque avversario, sia per la bravura dell’equipaggio che per la messa a punto del catamarano. Intanto proprio ieri Emirates ha deciso di non partecipare alla semifinali, lasciando che siano Luna Rossa ed Artemis a sfidarsi dal 6 al 15 agosto. Una scelta logica, spiegata da Dean Barker, skipper di Etnz:

Per noi la scelta di accedere direttamente alla finale è stata semplice. Abbiamo lavori e aggiornamenti da fare alla barca per renderla ancora più veloce, e sfrutteremo questi giorni senza regate per farli con calma.

Max Sirena si prepara alla sfida e spera di riuscire a portare Luna Rossa al Round finale della Louis Vuitton Cup 2013:

Abbiamo il massimo rispetto per Artemis e per gli sforzi che il loro team ha fatto in queste settimane per essere pronto alle regate. Sono ragazzi pieni di talento e li abbiamo visti questi giorni uscire in mare e fare subito foiling.

La sfida si preanuncia rovente ed il pubblico accorso nella baia di San Francisco non vede l’ora di assistere ad una serie combattuta.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>