Transpac Race 2013 , Soldini e Maserati in testa

di Gioia Bò Commenta

transpac soldini maserati

Passano gli anni, cambiano le barche ed i protagonisti, ma Giovanni Soldini rimane sempre uno dei migliori skipper del panorama mondiale. L’ennesima dimostrazione arriva dalla Transpac Race 2013, partita un paio di giorni fa dal porto di San Pedro in quel di Los Angeles e destinata ad arrivare sulle coste di Honolulu. Ebbene, dopo giorni di regata Giovanni Soldini al timone di Maserati ha effettuato il sorpasso su Ragamuffin, guadagnando la testa della Classe 1.

Il monoscafo VOR70 Maserati sta tentando di dare il ritmo alla regata, anche se le barche impegnate si dimostrano agguerrite su ogni onda. In particolare con Ragamuffin “è una lotta metro per metro”, come ha raccontato lo stesso Soldini da un telefono satellitare. Finora sono state percorse poco più di settecento miglia su un totale di 2.225. L’obiettivo di Soldini e del suo equipaggio, dunque, è ancora parecchio lontano, ma le prime battute lasciano ben sperare sul risultato finale.

Merito dello skipper italiano, ma anche dell’equipaggio validissimo, composto da Guido Broggi, Carlos Hernandez, Boris Herrmann, Gwen Riou, Corrado Rossignoli, Michele Sighel, Jianghe Teng, oltre che da John Elkann, la cui presenza a bordo è stata lungamente pubblicizzata prima della partenza. Il presidente della Fiat non è nuovo ad imprese di questo tipo, essendo già stato protagonista di diverse traversate e del tentativo di record da Miami a New York. Non un viaggio di piacere, quindi, ma la voglia di rendersi utile a bordo nella difficilissima Transpac Race, una delle regate più antiche e affascinanti del mondo.

A contendere il record al monoscafo italiano ci sono altre sei barche:  Bad Pak (STP65), Invisible Hand (R/P 63), Medicine Man (Andrews 63) e Wizard (R/P 74), la già citata Ragamuffin (Elliot 100) e Peligroso (Kernan 70). La speranza è che a gridare “terra terra” nei pressi di Honolulu siano per primi i nostri eroi, magari con un tempo da record.

Photo Credits | Getty Images]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>